Taking money in an envelope

Caratteristiche generali: prestito personale non finalizzato.

Il prestito personale delle poste italiane è una delle forme di finanziamenti che può essere annoverato nella famiglia dei cosiddetti prestiti non finalizzati, quei prestiti, cioè, per i quali non occorre indicare all’ istituto di credito erogante o alla società finanziaria erogante lo scopo per il quale si intende ottenere la liquidità, e quindi potrà decidere i utilizzarlo, in caso la pratica istruttoria dia esito positivo per cui il finanziamento verrà poi effettivamente erogato, per le più disparate finalità, quali potrebbero essere, ad esempio, l’ acquisto di motoveicoli o di autoveicoli (una delle finalità per le quali più dio frequente si cerca di ottenere un prestito personale), oppure la ristrutturazione del proprio appartamento o di un’ abitazione di proprietà, , oppure l’ acquisto dei mobili per un appartamento o degli elettrodomestici, come, ancora, anche semplicemente un viaggio od altre forme di vacanza, oppure comperare un box per il proprio autoveicolo piuttosto che consolidare i propri debiti o pagarsi delle spese mediche. Aggiungiamo che non è poco frequente che vengano richiesti prestiti personali esclusivamente per avere della liquidità disponibile in più (ed in questo caso prende il nome di “prestito di liquidità”). Esistono molti siti web che consentono di confrontare i vari prestiti personali di molte società finanziarie ed istituti di credito, ed è possibile farsi fare un preventivo online, in modo gratuito e senza alcun impegno di dover poi effettivamente sottoscrivere la richiesta, per poter scegliere la formula creditizia che più si confà alle esigenze personali.

Anche se non è finalizzato…

prestito-online

Alcuni istituti di credito (e/o società finanziarie), pur in presenza di una richiesta di prestito non finalizzato, chiedono in ogni caso al richiedente un’ indicazione su come intenderà spendere i soldi nel caso in cui gli vengano concessi e, in alcuni casi, possono anche richiedere un preventivo della spesa da effettuare a carico del fornitore. Ma c’è comunque un motivo a questa che sembra una pretesa non giustificata dal tipo di prestito richiesto: molti istituti di credito e società finanziarie praticano condizioni diverse ai prestiti personali secondo il bene (o il servizio) oggetto dell’ acquisto che il richiedente intende fare con i soldi ottenuti. Di conseguenza è sempre conveniente inserire correttamente la finalità prevista per il prestito personale negli appositi campi: in caso di ottenimento del prestito si avrà la sicurezza di accedere sempre ai tassi di interesse più convenienti. Volendo, potete valutare anche la possibilità di un prestito finalizzato, una buona guida la potete trovare su http://www.prestitoblog.it/prestiti-cambializzati/12

Come si rimborsa un prestito personale?

prestito2

Ricordiamo infine che la legge italiana prevede che un prestito personale sia sempre estinguibile anche prima della naturale scadenza contrattuale e che con i prestiti personali è possibile ottenere anche somme molto ingenti per poter realizzare i sogni più “importanti” e che, essendo prevista per un prestito personale di importo molto elevato anche la restituzione in centoventi rate, quindi dieci anni di rimborso, anche per questo tipo di somme richieste (ed ottenute) la rata sarà sempre accettabilmente bassa. Molti prestiti personali proposti da vari istituti di credito e società finanziarie consentono, inoltre, di saltare il rimborso di una o anche più rate consecutive che, in genere, vengono poi riaccodate dopo l’ ultima rata contrattuale ed anche di variare l’ ammontare delle rate “in corso d’ opera”, rimodulando il periodo di rimborso in base alla modifica della rata.

Hai bisogno di un prestito personale? Cosa aspetti, cerca online uno dei numerosi siti che ti permettono di confrontare le proposte dei migliori istituti di credito e società finanziarie , simula il piano di rimborso ed ottieni subito il tuo preventivo!

Siti consigliati

I finanziamenti a fondo perduto: cosa sono? Chi può beneficiarne?

12679269Small finanziamenti 5 12 slider

I finanziamenti a fondo perduto sono delle particolari forme di contributo che enti pubblici o società finanziarie pubbliche o in qualche misura convenzionate con enti pubblici erogano ad iniziative imprenditoriali (più spesso start up o, almeno, appartenenti a categorie di qualche pubblico interesse).

Chi intraprende un’ attività imprenditoriale ex novo (start up) o ne ha già in piedi una con finalità in qualche modo legate al pubblico interesse può superare le difficoltà finanziarie solitamente legate alle nuove imprese o, comunque, generate dalla profonda crisi economica che sta attanagliando il nostro paese, grazie alla erogazione di un contributo a fondo perduto, un finanziamento per il quale l’ ente erogante non pretende la restituzione.

Cos’è un finanziamento a fondo perduto

finanziamenti-fondo-perduto

Il finanziamento a fondo perduto è sostanzialmente una erogazione di capitali che gli enti preposti concedono ai beneficiari senza richiederne la restituzione. Prevede generalmente un tetto massimo di spesa che deve essere approvato dall’ ente erogante e comunque non superiore ai limiti dettati dalla legge che ne ha disposto l’ erogazione, e viene erogato sulla base di preventivi presentati dal beneficiario all’ ente erogante (o a società dall’ ente stesso incaricate di effettuare i controlli di routine), quindi prima che la spesa sia effettivamente effettuata o, più spesso, sulla base delle fatture saldate ai fornitori, con dimostrazione dell’ avvenuto trasferimento al fornitore delle somme fatturate (es.: contabile di un bonifico bancario o quietanza della fattura). In quest’ultimo caso, evidentemente, l’ azienda beneficiaria del finanziamento deve anticipare le somme dovute ai fornitori, per poi vedersele rimborsare dall’ ente erogante il contributo a fondo perduto.

Chi può beneficiare di un finanziamento a fondo perduto?

guida-per-la-richiesta-di-finanziamenti-per-lo-start-up_e128b632056a589b86d5b5ec71fd7f02

I finanziamenti a fondo perduto vengono concessi in genere alle imprese di nuova costituzione (start up) che devono affrontare generalmente problemi finanziari più duri da superare rispetto alle imprese che già operano sui vari mercati. In questo caso si tratta di misure che i governi adottano per incrementare lo sviluppo di nuova imprenditorialità. Più spesso vengono concessi ad imprese costituite per la loro totalità, o almeno in maggioranza, da soggetti finanziariamente o socialmente più svantaggiati, primi fra tutti giovani e donne. Un’altra categoria d’ imprese che viene frequentemente agevolata con finanziamenti a fondo perduto è quella che produce beni e servizi in qualche modo legati alla pubblica utilità.